CONTRIBUTI PER FAVORIRE L’EFFICIENZA ENERGETICA DELLE IMPRESE TURISTICHE

Data apertura: 31/10/2022 Data chiusura: 22/12/2022

Aperto

Misura finalizzata a sostenere le imprese turistiche che, a causa dei costi dell’energia, vedono ulteriormente aggravato il contesto economico proprio nella fase di ripresa.

DOTAZIONE FINANZIARIA

2 milioni di euro

BENEFICIARI

PMI che esercitano alla data di presentazione della domanda l’attività:

  • ricettiva alberghiera (alberghi o hotel; residenze turistico-alberghiere);
  • ricettiva non alberghiera all’aria aperta (villaggi turistici, campeggi e aree di sosta);
  • ricettiva non alberghiera (case e appartamenti vacanze in forma imprenditoriale, foresterie lombarde, locande);
  • di agenzia di viaggio

AGEVOLAZIONE

Contributo a fondo perduto fino al 50%, fino ad un massimo di 4.000 euro, a fronte di investimenti per l’efficientamento energetico di un ammontare minimo parti a 4.000 euro realizzati a partire dal 1° gennaio 2022.

INTERVENTI AMMISSIBILI

a) acquisto e installazione di collettori solari termici e/o impianti di microcogenerazione;

b) impianti fotovoltaici per l’autoproduzione di energia con fonti rinnovabili da utilizzare nel sito produttivo;

c) acquisto e installazione di macchinari e attrezzature in sostituzione dei macchinari e delle attrezzature in uso nella sede oggetto di intervento;

d) acquisto e installazione di caldaie ad alta efficienza a condensazione, a biomassa ovvero pompe di calore in sostituzione delle caldaie in uso;

e) acquisto e installazione di raffrescatori/raffreddatori evaporativi portatili o fissi che non richiedono l’utilizzo di fluidi refrigeranti;

f) acquisto e installazione di sistemi di domotica e/o di sistemi digitali per il risparmio energetico e di monitoraggio dei consumi energetici;

g) acquisto e installazione di apparecchi LED a basso consumo in sostituzione dell’illuminazione tradizionale (a fluorescenza, incandescenza o alogena, etc.) (c.d. relamping);

h) costi per opere murarie, impiantistica e costi assimilati nel limite del 20% solo se direttamente correlati e funzionali all’installazione dei beni oggetto di investimento;

i) spese tecniche di consulenza correlate alla realizzazione dell’intervento (progettazione, direzione lavori, relazioni tecniche specialistiche, contributi obbligatori dei professionisti, ecc.) nel limite del 10% dei costi di cui alle precedenti voci da a) a h);

j) altri costi indiretti (spese generali), riconosciuti in misura forfettaria, del 7% dei costi diretti.

VALUTAZIONE

Sportello valutativo

SOGGETTO ATTUATORE

Unioncamere Lombardia

 

Per tutte le informazioni e la presentazione delle domande rivolgiti alla Confcommercio più vicina a te (clicca qui)