17 Giugno 2024 22:27

Cerca
Close this search box.

LOMBARDIA – LA REGIONE DEL DESIGN ITALIANO

[vc_row][vc_column width=”1/2″][vc_column_text]

Sulle 29mila imprese di design attive in Italia la maggior parte sono concentrate in Lombardia, Piemonte, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia-Romagna e Marche e realizzano un fatturato di 4,3 miliardi di euro, pari allo 0,3% del Pil. La distribuzione territoriale del settore va di pari passo con la presenza produttiva più rappresentativa del made in Italy. Infatti, il 60 per cento delle imprese del design si concentra in 20 province. Milano si contraddistingue con l’11,6 per cento seguita da Torino (6,6%), Roma (5,6%), Bologna (2,7%), Firenze (2,6%), Bergamo, Napoli e Padova (2,5% ciascuna). Nella top 20 anche Brescia (2,4%), Como (2,3%), Monza-Brianza (1,9%) e Varese (1,5%). A riportarlo è il rapporto Design economy 2018 della fondazione Symbola. La distribuzione delle imprese corrisponde all’incidenza del valore e dell’occupazione con Milano sempre in testa con il 20,6 per cento di valore aggiunto della ricchezza prodotta e il 16,4 per cento degli addetti in Italia.

Per incidenza sulle attività economiche provinciali a emergere è Como, 2a in Italia, dove il design pesa lo 0,95 per cento, preceduta da Fermo (1,32%) e seguita da Modena (0,65%) e Milano (0,62%).

 UN RUOLO CENTRALE ANCHE NELLA FORMAZIONE

La Lombardia ricopre un ruolo centrale anche nella formazione con la maggiore concentrazione di università, accademie e scuole private di design riconosciute dal Miur (10 nel 2016 a pari merito con il Lazio) e il maggior numero di laureati e diplomati (3.356, il 47% del capitale umano formato nel settore in Italia). La seguono il Lazio con 675 laureati/diplomati, il Piemonte (558) e il Veneto (418).

Nella classifica delle università e degli istituti di formazione più rilevanti emerge la centralità di Milano con Politecnico, al primo posto, con 1.372 laureati nel 2016, il 17,06 per cento del totale nazionale, la Nuova accademia delle belle arti, Naba (809 neo designer, 10,6%), l’Istituto europeo di design, Ied (793, 9,86%) e Brera al 6° posto con 285 diplomati (3,43%). In Lombardia, Lazio e Piemonte si formano più dei due terzi dei professionisti del settore italiani e sono in crescita i giovani che scelgono di intraprendere questa strada lavorativa: nel 2016 i diplomati in design negli istituti di formazione riconosciuti dal Miur sono 7.094, in aumento del 9 per cento rispetto al 2014.

[/vc_column_text][/vc_column][vc_column width=”1/2″][vc_single_image image=”1154″ img_size=”large”][/vc_column][/vc_row]

Share the Post:

RISPETTARE L’AMBIENTE

ANCHE CON PICCOLI GESTI

Questa schermata consente al tuo monitor di consumare meno energia quando il computer sta inattivo o quando ti allontani.

Per riprendere la navigazione ti basterà cliccare sulla X in alto.