17 Giugno 2024 21:19

Cerca
Close this search box.

Confcommercio: una formazione 4.0 per il Terziario. Firmato ADP Vivaio Lavoro

Due milioni di euro per riqualificare e valorizzare il Capac Politecnico del Commercio e del Turismo e la Scuola Superiore del Commercio, del Turismo, dei Servizi e delle Professioni: il polo formativo della Confcommercio milanese in viale Murillo 17.

Lo prevede l’Accordo di programma promosso dal Comune di Milano e sottoscritto con Regione Lombardia, Fondazione Capac e Associazione Scuola Superiore.

Per il Comune di Milano hanno firmato Cristina Tajani, assessore a Politiche del lavoro, Attività produttive, Commercio e risorse umane; per Regione Lombardia Daniele Nava, sottosegretario a Riforme istituzionali, Enti Locali, sedi territoriali e programmazione negoziata; per la Fondazione Capac il presidente Simonpaolo Buongiardino; per l’Associazione Scuola Superiore la presidente Maria Antonia Rossini Pigozzi.

L’accordo di programma – con il sostegno del sistema Confcommercio: Milano, Lombardia, nazionale – è finalizzato ad attuare, entro la fine del 2018, il progetto “VivaioLavoro” con un completo adeguamento delle sedi di Capac e Scuola in viale Murillo: ammodernamento degli spazi interni con riqualificazione di aule e laboratori, attenzione alla sostenibilità energetica, creazione di coworking e spazi incubatore d’impresa; completa digitalizzazione per una formazione 4.0; interventi di miglioramento strutturali anche per le parti esterne degli edifici utilizzati da Capac e Scuola Superiore e di proprietà del Comune di Milano.

 

Un protocollo che consente di mettere a disposizione nuove risorse per l’ammodernamento delle strutture e per la realizzazione di corsi professionalizzanti  capaci di rispondere alle moderne esigenze del mercato del lavoro” così l’Assessore a Politiche per il Lavoro, Attività produttive e Commercio del Comune di Milano, Cristina Tajani che prosegue: ”l’avvio del progetto VivaioLavoro amplia l’offerta formativa a disposizione dei giovani milanesi  interessati a sviluppare le proprie competenze nell’ambito del commercio e dei servizi alle imprese. Investire sulla formazione – conclude l’assessore – costituisce oggi, il migliore strumento di crescita professionale e opportunità, soprattutto in un momento di forte cambiamento delle competenze richieste e attenzione all’autoimprenditoria“.

 

Il progetto ‘VivaioLavoro’ – spiega Simonpaolo Buongiardino, presidente Capac – verrà realizzato grazie all’attenzione e alla collaborazione dei soggetti istituzionali che mettono a disposizione importanti risorse”: per il finanziamento complessivo dei lavori Regione Lombardia interverrà con 1 milione di euro; Comune di Milano con 500mila euro; Fondazione Capac e Associazione Scuola Superiore con 500 mila euro.

“Un progetto – prosegue Buongiardino – che va ben oltre la riqualificazione strutturale e il restyling di due sedi: consolidando l’ampia esperienza formativa già acquisita, punta a creare un vero e proprio polo dedicato al commercio, al turismo e ai servizi per valorizzare i giovani talenti e le eccellenze delle aziende. Un polo di sviluppo che rafforza la partnership pubblico-privato e diventa aggregatore di diverse competenze: formazione dei giovani, accompagnamento al lavoro, servizi alle imprese, supporto allo start up di nuove imprese, osservatorio tecnico-scientifico sui trend del settore. Un polo che sarà modello di riferimento per collegare pienamente scuola-formazione-impresa”.

 

Si realizzerà una “vetrina dei talenti” sostenendo l’accesso a nuove professionalità, vi saranno tirocini per sostenere l’occupazione giovanile; si promuoveranno stage, orientamento, alternanza scuola-lavoro; si sosterrà l’avvio di imprese mettendo a disposizione laboratori e una rete di competenze.

 

’VivaioLavoro’ – aggiunge Maria Antonia Rossini Pigozzi, presidente della Scuola Superiore – consentirà di attuare percorsi formativi innovativi nei settori con maggior richiesta di competenze; utilizzando le più innovative metodologie didattiche supportate dalle tecnologie digitali”: nuovi corsi potranno essere sviluppati per turismo, terme e wellness, attività culturali, Ict, start up d’impresa, settori assicurativo e finanziario, business service.

 

L’obiettivo  – conclude Buongiardino  – è creare uno spazio coworking e fab lab all’interno del quale giovani e neoimprenditori possono avviare la propria attività supportati da servizi di consulenza allo start up e di matching con potenziali investitori”.

 

IL CAPAC POLITECNICO DEL COMMERCIO E DEL TURISMO E LA SCUOLA SUPERIORE OGGI

 

Capac (anno formativo 2016-2017)

1.018 corsi, 60.812 ore di corso, 10.685 allievi iscritti

(diritto dovere istruzione e formazione; corsi autofinanziati dal privato; corsi amatoriali; istituti tecnici superiori; istituti di formazione tecnica superiore; corsi abilitanti; apprendistato professionalizzante e duale; formazione continua, enti bilaterali; corsi orologiai, caffetteria, Dote unica lavoro, Garanzia giovani; tirocini extracurricolari; piano “Emergo”).

 

Scuola Superiore (2017)

1.118 corsi, 29.303 ore di corso, 12.754 partecipanti

(formazione continua, corsi autofinanziati dal privato, apprendistato, corsi abilitanti, enti bilaterali, e-learning, corso di laurea+master con l’Università Cattolica, istituti di formazione tecnica superiore, Dote unica lavoro, tirocini, inserimento lavorativo).

Share the Post:

RISPETTARE L’AMBIENTE

ANCHE CON PICCOLI GESTI

Questa schermata consente al tuo monitor di consumare meno energia quando il computer sta inattivo o quando ti allontani.

Per riprendere la navigazione ti basterà cliccare sulla X in alto.