BANDO DISTRETTI DEL COMMERCIO: CONFCOMMERCIO LOMBARDIA E ASSOCIAZIONI TERRITORIALI INSIEME PER AGGIORNAMENTO

Un’occasione per fare il punto sullo stato di avanzamento dei progetti relativi al Bando regionale “Distretti del Commercio per la ricostruzione economica territoriale urbana”,  proporre chiarimenti e confrontare idee, esperienze e buone pratiche.

E’ stato questo l’obiettivo della riunione organizzata, in videoconferenza, da Confcommercio Lombardia a cui hanno preso parte i rappresentanti di tutte le Associazioni territoriali Confcommercio lombarde e la DG Sviluppo Economico di Regione Lombardia.  Un incontro che si è rivelato proficuo, anche grazie all’ampia partecipazione, e particolarmente utile in vista della presentazione dei progetti.

Il Bando regionale “Distretti del Commercio per la ricostruzione economica territoriale urbana” è dedicato ai distretti presenti in Regione Lombardia e mette a disposizione 22 milioni di euro destinati al rilancio delle economie urbane e all’adattamento delle imprese alla situazione post-emergenza covid-19.

Su impulso di Confcommercio Lombardia nel 2008 Regione Lombardia ha conferito, prima in Italia, una nozione giuridica precisa dei Distretti del Commercio. Oggi in Lombardia i distretti sono 126. Negli anni hanno visto investire risorse per oltre 70 milioni e generato una leva economica da oltre 220 milioni di euro.

BANDO DISTRETTI DEL COMMERCIO: DA 5 GIUGNO DOMANDE CON PREMIALITA’

22 milioni di euro per sostenere gli interventi dei Distretti del Commercio per il rilancio delle economie urbane e l’adattamento delle imprese alla situazione post-emergenza covid-19. E’ lo stanziamento previsto nel nuovo bando dedicato ai Distretti: attesa da sei anni, la nuova misura riconosce il ruolo dei Distretti come volano di sviluppo ma anche come veicolo di sostegno alle imprese per ricostruire il tessuto economico messo a dura prova dall’emergenza sanitaria.

Il bando è finalizzato a sostenere i Distretti del Commercio, iscritti all’apposito Elenco regionale, e in particolare finanzia

  • bandi emanati dai Comuni, Comunità Montane e Unioni di Comuni aderenti al Distretto per sostenere gli interventi realizzati dalle imprese per l’apertura di nuove attività o il rilancio di attività esistenti, l’adattamento dei punti vendita alle nuove esigenze di sicurezza e protezione di lavoratori e consumatori, l’adozione di nuove modalità di vendita quali vendita online e consegna a domicilio;.
  • interventi realizzati direttamente dai Comuni, Comunità Montane e Unioni di Comuni per la qualificazione e l’adeguamento dell’area del Distretto e la realizzazione di servizi comuni per le imprese

Per i Distretti che si impegnano ad emanare i bandi per le imprese e concedere i relativi aiuti entro il 31 dicembre 2020 è prevista una premialità di contributo.

Sono beneficiari diretti i Comuni, le Comunità Montane e le Unioni di Comuni rientranti in uno dei Distretti del Commercio iscritti all’Elenco regionale in data 5 maggio 2020.

Sono beneficiari indiretti, tramite i bandi emanati dai Comuni, Comunità Montane e Unioni di Comuni, le PMI e gli aspiranti imprenditori con unità locale nel territorio del Distretto che svolgano attività di:

  • somministrazione o vendita diretta al dettaglio di beni o servizi, con vetrina su strada o situata al piano terreno degli edifici;
  • logistica, trasporto e consegna a domicilio.

Le domande devono essere presentate dal Comune, Comunità Montana o Unione di Comuni capofila del Distretto esclusivamente in forma telematica tramite il sistema informatico “Bandi Online” (www.bandi.servizirl.it).
Il capofila potrà presentare una prima Domanda di premialità, per poter accedere alla premialità di contributo, a partire dal 5 giugno 2020.
Successivamente, potrà presentare una Domanda di partecipazione con il progetto complessivo, a partire dal 1 luglio 2020.

Per tutte le altre informazioni su modalità di partecipazione e caratteristiche del finanziamento, CLICCA QUI

DA REGIONE IN ARRIVO 22 MILIONI PER DISTRETTI DEL COMMERCIO

La Giunta Regionale ha approvato i criteri per il nuovo bando dedicato ai Distretti del commercio, criteri adeguati anche alle nuove necessità legate alla “Fase Due” dell’emergenza Covid-19.

Lo stanziamento del bando, in emanazione nei prossimi giorni, sarà in totale di 22.564.950 euro,  e sarò rivolto sia alle imprese sia ai comuni. Più in dettaglio:

A. Interventi realizzati dalle imprese:
1) 
Avvio di nuove attività del commercio, della ristorazione, del terziario e dell’artigianato all’interno di spazi sfitti o in disuso, oppure subentro di un nuovo titolare presso una attività esistente;
2) 
Rilancio di attività già esistenti;
3) 
Adeguamento strutturale, organizzativo e operativo dell’attività alle nuove esigenze di sicurezza e protezione della collettività e dei  consumatori ;
4) 
Organizzazione di servizi di logistica, trasporto e consegna a domicilio e di vendita online;

B. Interventi realizzati da Comuni, Comunità Montane e Unioni di Comuni e altri partner di progetto:
1) 
Opere di rigenerazione e riqualificazione dell’area e del contesto del Distretto del Commercio
2) 
Predisposizione e gestione di servizi comuni per le imprese e l’utenza;
3) Stanziamenti sui bandi per le imprese, aggiuntivi rispetto alla quota regionale, a carico dei Comuni o degli altri partner di progetto.

Saranno previste specifiche forme di premialità e di incentivazione per quegli Enti Locali che riusciranno, anche in forma associata e in collaborazione con le Camere di Commercio, a concedere i contributi alle imprese entro l’anno 2020. La misura potrà inoltre fare sinergia con il programma di opere pubbliche per la riqualificazione urbana immediatamente cantierabili grazie alle risorse messe a disposizione dei Comuni da Regione Lombardia.

Su impulso di Confcommercio Lombardia nel 2008 Regione Lombardia ha conferito, prima in Italia, una nozione giuridica precisa dei Distretti del Commercio.Oggi in Lombardia i distretti sono 115 e coinvolgono 486 comuni.  Negli anni hanno visto investire risorse per oltre 70 milioni e generato una leva economica da oltre 220 milioni di euro.