17 Giugno 2024 22:13

Cerca
Close this search box.

CONFCOMMERCIO LOMBARDIA: ZONA ROSSA, CHI HA SBAGLIATO RISARCISCA LE IMPRESE

Gli errori e il caos sui numeri del virus sono costati 

oltre 600 milioni alle attività del terziario

Inaccettabile un danno aggiuntivo che colpisce un sistema economico già allo stremo

“Un errore che è costato alle imprese lombarde almeno 600 milioni di euro, ed è una stima prudenziale: a questo punto, ci aspettiamo che si faccia chiarezza al più presto su chi ha sbagliato, e che le imprese vengano risarcite”.

Confcommercio Lombardia commenta così il ritorno della regione in zona arancione dopo una settimana di zona rossa che ha costretto alla chiusura forzata migliaia di imprese.

“Non ci interessano le polemiche politiche. Noi evidenziamo la realtà dei fatti: decine di migliaia di imprese hanno subito un ulteriore stop che, per quanto riguarda l’abbigliamento, è bene ricordarlo, è arrivato nel pieno della stagione dei saldi. Ma non c’è solo la moda, parliamo di un blocco forzato per tanti comparti, dai negozi di arredamento ai mercati non alimentari, agli estetisti, solo per citarne alcuni”.

“E’ evidente che se c’è stato un errore da parte di qualcuno, è giusto che venga posto di fronte alle proprie responsabilità. Non si scherza sulla pelle delle imprese. Non è possibile sbagliare in modo così grave su numeri che incidono su un sistema economico già colpito da tre lockdown”. “E’ inaccettabile un danno aggiuntivo che colpisce un mondo imprenditoriale già allo stremo” conclude Confcommercio Lombardia.

Share the Post:

RISPETTARE L’AMBIENTE

ANCHE CON PICCOLI GESTI

Questa schermata consente al tuo monitor di consumare meno energia quando il computer sta inattivo o quando ti allontani.

Per riprendere la navigazione ti basterà cliccare sulla X in alto.